Luci su Roma

 

Nel 2016 a Roma è iniziata la sostituzione di circa 70.000 corpi illuminanti affidati da ACEA ad Arianna spa, con una serie di gare che richiedevano efficienza, e riduzione dei consumi e particolare considerazione per lo straordinario contesto urbano.

Le vecchie lampade a scarica sono state sostituite con lampade a LED nell’ambito di un progetto complessivo di illuminazione che interviene a tutti i livelli per il massimo risultato con il minimo impatto.

La prima gara nel 2017 ha affidato la sostituzione di 7.000 sospensioni nelle strade centrali di Roma, lungotevere e Trastevere, contesti dove per motivi storico artistici non è possibile l’installazione di pali. Arianna ha concentrato l’intervento sui corpi illuminanti tradizionali da 150 o 250 watt che sono stati sostituiti con il corpo illuminante Arianna Snell a LED di nuova generazione a 49 watt con un’alta qualità di illuminazione e un risparmio annuo di energia di 500.000 €.

A fine 2017 ad ACEA è andata anche la prima fornitura di Phileo, la nuova combinazione modulare predisposta da Arianna, con la sostituzione di circa 50.000 corpi illuminanti funzionali. Nelle zone adiacenti al centro storico e nell’area urbana del comune di Roma, sono in corso di installazione Phileo e Phileo mini in 4 taglie di potenza, con ottiche predisposte e combinate ad hoc, che ottimizzano al massimo i consumi, sul progetto ACEA.

Le diverse soluzioni fotometriche sono state ottenute grazie alla combinazione di diversi moduli, correnti di pilotaggio e persino LED per dare esattamente la luce richiesta su strada e sui marciapiedi della città di Roma.

Nel 2018 la collaborazione ACEA si allarga al settore tunnel/sottopassi di particolare attualità per motivi di sicurezza. Il progetto prevede la sostituzione di 7000 corpi illuminanti sempre attraverso la soluzione Phileo specificamente collaudata nella declinazione tunnel.

Particolarmente significativa la gara di arredo urbano dove ACEA ha richiesto una soluzione innovativa applicabile ai “lampioni Roma” che caratterizzano il centro storico, a cui Arianna ha risposto con Margot: una soluzione che prevede un nuovo motore ottico con LED ottiche e alimentatore, più affidabili efficienti nella conservazione del contesto artistico. I circa 9000 punti luce sono tutti impostati con una tonalità di luce più specifica rispetto alle zone periferiche, con temperatura di colore più calda e resa cromatica significativamente più alta.

Ora gli apparecchi di illuminazione di Arianna sono pronti ad illuminare la vita di 3.000.000 persone e di quasi tremila anni di storia” chiosa emozionato il fondatore di Arianna Alberto Giovanni Gerli