Arianna illumina il cuore di Roma

 

Si è concluso l’accordo quadro per la fornitura di apparecchiature a LED a “sospensione” per il Piano LED di Roma Capitale: 7.000 corpi illuminanti Snell a sospensione porteranno una luce efficiente nella capitale.

I corpi illuminanti di Arianna illumineranno infatti le strade storiche della capitale, portando comfort visivo e un risparmio di 500.000 euro l’anno.

Il lungotevere, Trastevere e le zone pedonali, dove per motivi storico artistici non possono essere installati pali, saranno sicuri anche di notte grazie agli Snell installati a sospensione. Si tratta di apparecchi dal design minimalista che si nascondono di giorno ma illuminano la notte portando una luce uniforme e sicura.

‘Per noi di Arianna è un sogno che si avvera – afferma Alberto Giovanni Gerli, fondatore di Arianna spa. – Siamo partiti 7 anni fa con l’idea di portare nelle città una luce sostenibile ed efficace e ci troviamo oggi a illuminare le strade principali di Roma. Questa commessa si inserisce in un anno di crescita importante dal punto di vista organizzativo e di fatturato, con una previsione di chiusura di 6 milioni di Euro per il 2016, triplicando il fatturato del 2015. Questo ci consente di essere passati velocemente da una start-up a uno dei primi 5 player di armature stradali a LED in Italia. Per crescere, la sfida del futuro è di integrare tecnologie abilitanti dell’industria 4.0 come l’analisi big data realizzata direttamente dai nostri corpi illuminanti’.

snell-street-tesata_ariannaled-led

Per gli Snell installati a Roma Arianna ha studiato un’ottica particolare che illumina correttamente il manto stradale ma anche i marciapiedi. Inoltre la scelta della temperatura di colore è originale ed è ottenuta attraverso il mix di sorgenti di calore più calde e altre neutre per ottenere uno spettro fotometrico coerente alle cromie della capitale.

Facendo brillare la nostra luce, diamo agli altri la possibilità di fare altrettanto’ diceva Mandela. Noi di Arianna speriamo di contribuire insieme a dare una nuova luce a 3.000.000 di persone e a quasi 3.000 anni di storia.

 

21 dicembre 2016