Arianna entra nei circoli sportivi

 

Dopo i successi nell’illuminazione pubblica e in quella delle gallerie stradale, Arianna punta al suo secondo salto, facendo valere i propri punti di forza anche nei centri sportivi. Da qui deve venire, secondo il nuovo programma triennale, un terzo dei 20 milioni di ricavi a cui si punta come obiettivo. L’espansione va messa a terra secondo lo schema testato a Padova, in occasione dei campionati internazionali femminili di tennis al circolo Canottieri.

Nuova illuminazione a LED Arianna

Campo da tennis Canottieri, Padova

Con sponsorizzazioni-test su impianti sportivi, biglietti da visita concreti da realizzare in Italia, ma anche in Scandinavia, capitalizzando su alcune importanti commesse già acquisite, come a Tauranga in Nuova Zelanda.

Nuova illuminazione a LED Arianna

Campo da Netball, Tauranga, Nuova zelanda

“Puntiamo sui centri sportivi, e solo i campi da calcio della Lega dilettante sono 15 mila, perché sempre di più diventeranno centri di aggregazione, in cui un’illuminazione dedicata e sostenibile per costi, può fra crescere la fruibilità – spiega Mazzola -. Pensiamo di replicare lo schema di un team dedicato: gli interlocutori sono piccoli, hanno bisogno di risposte agili, anche sulla sostenibilità economica. Possiamo offrire una base di prodotto configurato e flessibile adatto a questo mondo“.

Internazionali di tennis femminile

Campo da tennis Canottieri, Padova

L’esempio si è visto alla Canottieri. Il problema in un torneo di tennis, era di superare le zone d’ombra; risultato ottenuto con la componibilità del sistema di illuminazione, oltre ad aver assicurato riduzioni di consumi e manutenzioni. “Nell’ambito sportivo c’è una componente emozionale delle qualità della luce. Si tratta di illuminare un campo come un palcoscenico – aggiunge l’amministratore delegato -. Il progetto ha previsto una configurazione scalabile, che permette di essere ampliato con integrazioni, se si renderanno necessarie.”

L’ambito sportivo arriva dopo i successi raggiunti nell’ambito delle gallerie, dove Arianna si è aggiudicata commesse in Toscana, Calabria e Sicilia, e dell’illuminazione pubblica.

Testo tratto dall’articolo di Federico Nicoletti, Corriere del Veneto.